Categoria
Home > Posts tagged "licenziamento"

Illegittimo il licenziamento del lavoratore che offende il superiore su un gruppo whatsapp

Con Sentenza del 16 ottobre 2019, il Tribunale di Firenze ha affermato che l’invio su una chat di whatsapp tra colleghi di lavoro di messaggi dal contenuto offensivo nei confronti di un superiore gerarchico non ha portata rilevante sul piano disciplinare, stante il carattere riservato della comunicazione. IL FATTO - Un lavoratore impugnava giudizialmente il

Valido il licenziamento irrogato da soggetto sprovvisto del potere di rappresentanza se successivamente ratificato

Con Sentenza n. 28496 del 06 novembre 2019, la Suprema Corte di Cassazione, Sez. Lavoro, ha affermato che il licenziamento irrogato da un soggetto sprovvisto del potere di rappresentanza della società è pienamente valido se successivamente ratificato dai competenti organi societari. IL FATTO- Un lavoratore impugnava giudizialmente il licenziamento per giusta causa

Licenziamento illegittimo se comporta la violazione della quota di riserva (categorie protette)

Con la Sentenza n. 26029 del 15 ottobre 2019 la Suprema Corte di Cassazione, Sez. Lavoro, ha statuito sull'illegittimità del licenziamento irrogato ad un lavoratore occupato obbligatoriamente nell’ambito di una procedura collettiva, quando tale licenziamento comporti la violazione della quota di riserva. IL FATTO -  Un lavoratore assunto ai sensi della normativa sul collocamento

La Cassazione ribadisce: è legittimo licenziare i “furbetti della 104”

La Suprema Corte, con sentenza n. 21529 del 20 agosto 2019, ritorna sul dibattuto tema dei cosiddetti “furbetti della 104”,  di cui già abbiamo dato conto in precedenza. La Sezione Lavoro ha confermato l’orientamento giurisprudenziale ormai consolidato secondo cui costituisce giusta causa di licenziamento l’utilizzo da parte del lavoratore di un

Top
css.php