fbpx
Categoria
Home > Posts tagged "pubblico impiego"

Pubblico impiego: sulla tempestività dell’azione disciplinare

Con la Sentenza n. 9313 del 7 aprile 2021, la Suprema Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, ha chiarito che, in caso di sottoposizione del dipendente pubblico a procedimento penale, ai fini della valutazione circa la tempestività dell’azione disciplinare esperita dalla Pubblica Amministrazione va individuato il momento in cui la questa abbia avuto la conoscenza di tutti gli elementi costitutivi dell’illecito e

Pubblico impiego: sulla quantificazione del danno a seguito di illegittima revoca della posizione organizzativa

Con Ordinanza n.7067 del 12 marzo 2021, la Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata sugli effetti della illegittima revoca della posizione organizzativa nel pubblico impiego ed ha ribadito che ai fini della quantificazione del danno non può essere ricompreso quanto dovuto a titolo di retribuzione di risultato tranne che il lavoratore, anche in via presuntiva,

Pubblico impiego: il limite massimo dei trentasei mesi per i contratti a termine è complessivo e non aggirabile

Con Sentenza n. 6089 del 4 marzo 2021, la Suprema Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, ha dichiarato applicabile ai contratti a termine stipulati dalla pubblica amministrazione il limite di trentasei mesi di durata del rapporto a tempo determinato previsto per il lavoro privato precisandone la portata complessiva con la conseguenza che

Concorsi: la P.A. ha l’obbligo di scorrere la graduatoria anche per assumere a tempo determinato

Con l’ordinanza n. 25986/2020 del 16/11/2020, la Sezione Lavoro della Suprema Corte di Cassazione si è pronunciata sulle modalità di reclutamento a tempo determinato nella Pubblica Amministrazione. La Corte territoriale d’Appello aveva respinto la domanda del ricorrente ritenendo che l’amministrazione, pur essendosi impegnata ad utilizzare per le assunzioni a termine le

Pubblico impiego: in caso di dichiarazioni mendaci è legittima la risoluzione del contratto e l’esclusione dalla graduatoria

Con Sentenza n. 10854 dell'8 giugno 2020, la Suprema Corte di Cassazione, Sez. lavoro, ha affermato che in caso di dichiarazioni mendaci in merito ad una condanna penale è legittima la risoluzione immediata del contratto di lavoro  in corso e il depennamento dalle graduatorie di Istituto IL FATTO- La Corte d'Appello confermava la

Corte costituzionale: le graduatorie devono essere utilizzate esclusivamente per la copertura dei posti messi a concorso

Con Sentenza n. 77 del 24 aprile 2020, la Consulta ha affermato che rientra "nella scelta discrezionale del legislatore regionale, nell'esercizio della propria competenza residuale, individuare la disciplina delle graduatorie, purché nel rispetto dei canoni costituzionali del buon andamento e dell’imparzialità dell’amministrazione". IL FATTO- La Regione Val d'Aosta dubitava della legittimità costituzionale

Pubblici dipendenti: è illegittimo svolgere un’attività imprenditoriale anche in assenza di danno in capo alla P.A.

Con Ordinanza n. 31277 del 29 novembre 2019, la Suprema Corte di Cassazione, Sez. Lavoro, ha affermato che, ai sensi dell’art. 97 della Carta costituzionale, è preclusa al pubblico dipendente la creazione di qualsiasi centro di interesse alternativo al proprio ufficio che potrebbe, anche solo potenzialmente, distoglierlo dai doveri istituzionali. IL FATTO-

Contratto a termine: guida pratica per la tutela in caso di abuso

Contratto termine impugnazione ricorso

Il rapporto di lavoro subordinato trova la propria forma comune nel contratto a tempo indeterminato, che non prevede l’indicazione di una data di conclusione. Tuttavia, in determinate circostanze, l'ordinamento consente il ricorso a strumenti più flessibili per venire incontro alle esigenze del datore di lavoro e del lavoratore, tramite contratti a tempo determinato, che

Top
css.php