fbpx
Categoria
Home > Posts tagged "licenziamento disciplinare"

Licenziamento disciplinare per una pluralità di condotte contestate: insussistenza del fatto e tutela reintegratoria

Con la  Sentenza n. 9305 del 7 aprile 2021, la Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, ha ribadito quali siano, nel caso di licenziamento disciplinare intimato per una pluralità di condotte, gli elementi necessari a configurare l’ipotesi di “insussistenza del fatto”. IL FATTO- La Corte d'appello di Trieste confermava la sentenza di primo

Pubblico impiego: sulla tempestività dell’azione disciplinare

Con la Sentenza n. 9313 del 7 aprile 2021, la Suprema Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, ha chiarito che, in caso di sottoposizione del dipendente pubblico a procedimento penale, ai fini della valutazione circa la tempestività dell’azione disciplinare esperita dalla Pubblica Amministrazione va individuato il momento in cui la questa abbia avuto la conoscenza di tutti gli elementi costitutivi dell’illecito e

Permessi sindacali: l’utilizzo improprio non è giusta causa di licenziamento

Con Sentenza n. 6495 del 9 marzo 2021, la Corte di Cassazione ha affermato che l’utilizzo dei permessi sindacali per fini diversi da quelli per cui sono stati attribuiti, ma comunque inerenti al ruolo sindacale rivestito, integra un’assenza ingiustificata dal posto di lavoro, punibile con sanzione disciplinare conservativa e non con il licenziamento. IL FATTO -

Corte costituzionale: sul licenziamento disciplinare e sul danno all’immagine della Pubblica amministrazione

Con Sentenza n. 61 del 10 aprile 2020 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale la disposizione del T.U. dell’impiego in materia di licenziamento disciplinare e azione di responsabilità per danno all’immagine della P.a. (art. 55-quater, comma 3-quater). IL FATTO- La Corte dei conti, nel giudizio di responsabilità promosso dalla Procura

Legittimo utilizzare un’agenzia investigativa per licenziare il lavoratore assenteista

  Con Ordinanza n. 6031 del 4 ottobre 2019, il Tribunale di Padova, Sez. Lavoro, ha affermato che è legittima, in quanto proporzionata, l’attività di controllo posta in essere dalla società datrice mediante un’agenzia investigativa nei confronti di un lavoratore assenteista. IL FATTO- Un lavoratore impugnava giudizialmente innanzi al Tribunale competente il licenziamento

Licenziamento disciplinare: il lavoratore va reintegrato in caso di insussistenza del fatto contestato

  Con Sentenza n. 31529 del 3 dicembre 2019, la Cassazione ha affermato che, quando vi sia sproporzione tra sanzione espulsiva ed infrazione, va riconosciuta al lavoratore licenziato la tutela risarcitoria di cui all'art. 18 dello Statuto dei lavoratori, a meno che la condotta in addebito non coincida con una delle fattispecie per

Top
css.php