fbpx
Categoria
Home > Posts tagged "pubblico impiego" (Page 2)

Pubblico impiego, incarichi extralavorativi non autorizzati: è del giudice ordinario (e non di quello contabile) la giurisdizione sulla restituzione delle somme

Con Sentenza n. 21692 del 26 agosto 2019 la Suprema Corte di Cassazione, a Sezioni Unite, ha confermato che la Pubblica Amministrazione (P.A.) che intenda ottenere dal proprio dipendente la restituzione dei corrispettivi da questi percepiti nello svolgimento di un incarico non autorizzato deve essere rivolta al Giudice ordinario. IL FATTO

Pubblico impiego: le false dichiarazioni del lavoratore non sempre comportano la cessazione del rapporto di lavoro

La Suprema Corte di Cassazione ha avuto modo di chiarire come non ogni falsità contenuta nelle dichiarazioni rese dal lavoratore all'atto dell'assunzione alle dipendenze di una P.A. debba necessariamente comportare la cessazione del rapporto di lavoro instaurato. I FATTI - Il MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) aveva proceduto a

Cassazione: riassorbibile l’assegno ad personam erogato al dipendente pubblico in caso di cessione del contratto di lavoro

  Svolgimento del processo 1.- La sentenza attualmente impugnata respinge l'appello proposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avverso la sentenza del Tribunale di Torino n. 1312/09 del 23 marzo 2009 che, in accoglimento dei ricorsi riuniti di G.V. e S. A., ha dichiarato non assorbibile con i futuri aumenti della

Consiglio di stato: sull’annullabilità dei contratti di lavoro da parte del giudice amministrativo

N. 06135/2011REG.PROV.COLL. N. 02491/2011 REG.RIC. N. 02818/2011 REG.RIC. N. 03282/2011 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 2491 del 2011, proposto da XXXXXXXXXXXX, rappresentato e difeso dagli avv. XXXXXXXX e XXXXXXXX, con domicilio eletto presso il primo in XXXXXXXX,

Consiglio di stato: legittima la risoluzione del rapporto di lavoro dei ricercatori con 40 anni anzianità contributiva

N. 09439/2010 REG.SEN. N. 04584/2010 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 4584 del 2010, proposto dal dott. xxx, rappresentato e difeso dagli avv.ti xxx e xxx, con domicilio eletto presso il primo in Roma, via xxxcontro l’Università

Statali, il “furto” di Tremonti ammonta a 1.600 euro

Stretta in arrivo sugli stipendi dei dipendenti pubblici: con il blocco dei contratti per il 2010-2012 e lo stop agli aumenti per il 2013 previsto dalla manovra economica le retribuzioni dei lavoratori del settore potrebbero perdere in media nel complesso in quattro anni circa 1.600 euro di potere d'acquisto. La

Le sabbie mobili del pubblico impiego: un grazie a Brunetta!

Ferie finite, si torna al lavoro. Ma c’è chi rientra in ufficio e sa che nulla cambierà. Potrà darsi da fare, organizzare nuovi servizi, impegnarsi e spronare anche i colleghi, ma nulla cambierà. Per milioni di lavoratori pubblici si apre una stagione di "immobilismo" che durerà anni. Contratti bloccati, stipendi

Top
css.php