Categoria
Home > Accademie Conservatori > INPS: rilasciata circolare sul pensionamento anticipato riservato alle donne (c.d. “opzione donna”)

INPS: rilasciata circolare sul pensionamento anticipato riservato alle donne (c.d. “opzione donna”)

Condividi

Con la Legge di bilancio 2020 (legge 27 dicembre 2019, n. 160)  è stata estesa l’Opzione Donna, ossia la possibilità del pensionamento anticipato riservato alle donne, a quelle lavoratrici che alla data del 31 dicembre 2019 (e non più al 31 dicembre 2018) abbiano maturato i requisiti anagrafici e contributivi richiesti dalle legge, ossia:

  • aver raggiunto l’età anagrafica pari o superiore a 58 anni, se lavoratrici dipendenti, e 59 anni, in caso di lavoratrici autonome;
  • aver maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni, con la scelta del sistema contributivo di cui al decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 180.

Tanto premesso, l’INPS è intervenuto per chiarire alcuni aspetti in merito alle modalità di accesso alla c.d. Opzione Donna e alla decorrenza della prestazione in oggetto con la Circolare n. 18 del 7 febbraio 2020.

Come vi si può leggere, il diritto alla decorrenza della pensione si consegue una volta che siano trascorsi:

  • 12 mesi dalla data di maturazione dei requisiti previsti, nel caso in cui il trattamento pensionistico sia liquidato a carico delle forme di previdenza delle lavoratrici dipendenti;
  • 18 mesi dalla data di maturazione dei requisiti previsti, nel caso in cui il trattamento sia liquidato a carico delle gestioni previdenziali delle lavoratrici autonome;

Pertanto, le lavoratrici potranno conseguire la pensione:

  • dal 1 settembre 2020, se appartenenti al settore Scuola;
  • dal 1 novembre 2020, se appartenenti al settore AFAM.

Per le lavoratrici che abbiano maturato i suddetti requisiti (anagrafico e contributivo) entro la medesima data del 31 dicembre 2019, come chiarito dalla suddetta circolare, queste potranno conseguire la pensione anche successivamente alla prima decorrenza utile.

La decorrenza del trattamento pensionistico, tuttavia, non potrà essere anteriore alla data del 2 gennaio 2020: il giorno successivo alla data di entrata in vigore della citata legge di bilancio 2020.

Il testo completo della circolare: Cricolare INPS, n. 18 del 7 febbraio 2020

 

Top
css.php