Nuovamente benvenuto, LavoroeDiritto.it

Era il 16 marzo 2009 quando LavoroeDiritto.it è sbarcato per la prima volta sul “pianeta” internet.

Lo avevo personalmente pensato e realizzato come una sorta di “multiblog” e, pertanto, senza alcuna pretesa di fornire un servizio di natura propriamente giornalistica.

Da allora, giorno dopo giorno, LavoroeDiritto.it è cresciuto, lentamente ma costantemente, raggiungendo una media di circa 30.000 pagine mensilmente visitate.

Uno dei fattori determinanti di questa crescita, oltre ai contenuti (che, evidentemente, hanno trovato il gradimento della rete), è stata l’integrazione con i social-network, in un primo momento facebook e successivamente anche twitter.

Oggi LavoroeDiritto.it prova a crescere ulteriormente diventando una testata giornalistica telematica regolarmente registrata presso il Tribunale di Roma.

Oggi LavoroeDiritto.it non è quindi più solo un mio personale “multiblog” ma è il frutto del lavoro di un team, di una vera e propria  redazione (sempre aperta a nuovi auspicati innesti) da me diretta e composta esclusivamente da volontari (professori universitari ed avvocati), i quali, con passione, hanno abbracciato l’idea di provare a far crescere una testata che si propone di fornire un servizio di informazione connotato dall’utilizzo di un linguaggio semplice, nell’auspicio di rendere più facilmente comprensibile, anche ai non addetti ai lavori, ogni “evoluzione” del mondo del lavoro.

Ciò con la consapevolezza di non dover mai eccedere nelle semplificazioni, secondo un modus operandi che, purtroppo, contraddistingue gli organi d’informazioni generalisti, ma, al contrario, di dover operare con un approccio rigorosamente scientifico anche se, proprio al fine di rendere il servizio di cui si è detto, talvolta il linguaggio tecnico dovrà necessariamente lasciare spazio ad uno di più semplice comprensione anche attraverso l’utilizzo di contenuti audiovisivi.

L’approfondimento di natura accademica non verrà tuttavia abbandonato dal momento che è stata creata un’apposita sezione (denominata “contributi”), facilmente accessibile dal menù in homepage, in cui ci si propone di raccogliere i contributi di natura tecnico-scientifica.

Concludo augurando buon lavoro a Francesco, Maria Cristina, Roberta e Stefano ma, soprattutto, una buona lettura a tutti voi.

Il Direttore

Avv. Giuseppe Leotta

 

I commenti sono chiusi.